Sant’Agata d’Agosto

La festa di Sant’Agata è la terza festa più importante al mondo.
Festeggiata il 5 febbraio nella città di Catania, Agata è la Santa Patrona della città etnea.

Il 17 Agosto però è un’altra data importante per i catanesi.
Nel 1126 infatti, proprio durante questo giorno, il popolo si riversò in strada in piena notte così come si trovava, a piedi nudi e in camicia da notte, sentendo il suono delle campane a festa. Le reliquie della Santa arrivarono in città, trasportate da due giovani soldati: Giliberto e Goselino, che rapirono le spoglie a Costantinopoli per consegnarle al Vescovo Maurizio nel Castello di Aci. Le spoglie tornarono così nella città etnea, dopo esser state trafugate nel 1040 dal generale bizantino Giorgio Maniace, che le portò con se a Costantinopoli.

La gente non perse tempo, con entusiasmo e devozione andò per le strade della città festeggiando la propria patrona. Il 17 agosto 1126le reliquie rientrarono nel Duomo di Catania. Questo evento, il rientro delle reliquie nella città, viene commemorato il 17 Agosto a Catania, festeggiato in maniera “più sobria” e in un’unica giornata, rispetto al 5 febbraio.

Oggi causa l’emergenza che stiamo affrontando, non saranno possibili i festeggiamenti come consuetudine.

Qui di seguito il comunicato stampa:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: